Sono uscite le linee guida sulla gestione delle risorse finanziarie

Fondi interprofessionali: cosa sono?

 

I fondi interprofessionali sono uno strumento attraverso il quale è possibile finanziare interventi di formazione continua, finalizzati a:

  • Favorire l’occupazione;
  • Stimolare la produzione e l’evoluzione dell’organizzazione del lavoro, in armonia con il progresso scientifico e tecnologico.

Fondi interprofessionali: cosa fanno?

I fondi interprofessionali svolgono attività di diversa natura:

Attività di gestione

Rientrano in questa categoria le attività che possono essere ricondotte all’aspetto organizzativo, gestionale e di controllo, sostenute dalle sede nazionali e dalle articolazioni territoriali dei fondi interprofessionali.

Attività propedeutiche alla realizzazione dei piani formativi

  • Informazione e pubblicità per la promozione offerta ai responsabili dei progetti formativi;
  • Analisi della domanda e dei fabbisogni formativi;
  • Raccolta, valutazione e selezione dei progetti;
  • Predisposizione e attuazione dei sistemi di controllo;
  • Predisposizione e attuazione dei sistemi di monitoraggio.

Attività finalizzate alla realizzazione dei piani formativi

Queste attività possono riguardare:

  • Progettazione degli interventi;
  • Elaborazione e preparazione dei materiali didattici;
  • Personale docente;
  • Formazione;
  • Orientamento e selezione dei partecipanti;
  • Certificazione finale delle competenze;
  • Monitoraggio;
  • Controllo e gestione dei corsi.

Fondi interprofessionali: Regolamento generale

I fondi interprofessionali sono responsabili della gestione delle risorse a loro assegnate. Per questa ragione, in capo a ciascun fondo sussiste l’obbligo di adottare un Regolamento generale che descriva il proprio modello di organizzazione, gestione, rendicontazione e controllo.

Tale regolamento dovrà essere pubblicato sul proprio sito internet.

In base ai principi di trasparenza e responsabilità amministrativa, ogni regolamento deve contenere:

  • Definizione e assegnazione dei ruoli e delle conseguenti responsabilità connesse alle funzioni di cui sopra, necessarie per veder garantite sane e trasparenti procedure finanziarie all’interno dell’organizzazione;
  • Sistemi tali da garantire che i soggetti coinvolti in una delle fasi del piano formativo rispettino i principi di terzietà e della separazione dei ruoli.

Oltre al Regolamento generale, sempre nel rispetto del principio della trasparenza, ogni Fondo interprofessionale dovrà rendere pubblico il proprio bilancio di esercizio.

Da anni, Solco Srl affianca aziende e PMI nelle fasi di individuazione e progettazione di interventi finanziati dai Fondi Interprofessionali per la formazione continua. Grazie alle proprie risorse e alle sue competenze, Solco Srl è in grado di progettare piani formativi aziendali, territoriali o settoriali attivando le risorse che i Fondi erogano regolarmente, offrendo alle aziende l'opportunità di utilizzare quelle risorse che spesso ignorano di possedere o che non sono in grado di spendere.

Circolare ANPAL sui fondi interprofessionali

Per maggiori informazioni:

Solco Srl

Tel. 06 70702121

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Published in News
Lunedì, 09 April 2018 10:21

Fondo For.Te. - Avviso 2/2018

Fino a 100.000€ per la realizzazione di piani formativi

For.Te. ha di recente pubblicato l'Avviso 2/2018 che finanzia piani formativi aziendali riferiti esclusivamente al Comparto Altri Settori Economici. Sono quindi esclusi tutti quei piani riferiti ai comparti CTS (Commercio, Turismo e Servizi) e LST (Logistica, Spedizioni e Trasporti).

Le aziende che intendono partecipare all'avviso devono necessariamente risultare aderenti a For.Te. per l'intero svolgimento del piano, fino alla conclusione della fase di rendicontazione.

piani ammissibili

Sono finanziabili:

  • Piani formativi aziendali e interaziendali
  • Piani formativi territoriali

formazione

Per la fase di formazione, le aziende possono avvalersi di:

  • Formazione in aula
  • Seminari
  • FaD, affiancamento, training on the job, coaching (fino al 50% delle ore totali di formazione del Piano)

La formazione obbligatoria ex d. lgs. 81/2001 è prevista esclusivamente per le aziende beneficiarie che, al momento della presentazione del piano formativo, abbiano optato per il regime del "De Minimis".

Le attività formative non possono coinvolgere aziende che operano nei comparti CTS (Commercio, Turismo e Servizi) e LST (Logistica, Spedizioni e Trasporti).

Finalità

Per essere ammesse al finanziamento, le attività formative devono essere finalizzate a:

  • Aggiornamento continuo
  • Riqualificazione professionale
  • Adeguamento e riconversione delle competenze professionali
  • Promozione delle pari opportunità
  • Promozione della qualità del servizio e della soddisfazione del cliente.

Risorse stanziate

Per l'Avviso 2/2018, For.Te. ha stanziato complessivamente 7.000.000€. Per ogni piano, a seconda della dimensione dell'azienda in questione, possono essere finanziate attività formative per un massimo di 100.000€.

Scadenze

Per presentare i propri piani formativi, le aziende hanno tempo fino alle ore 18:00 del 16 luglio 2018.

Per maggiori informazioni:

Tel. 06/70702121

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in In evidenza

COSA SONO

I Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali per la formazione continua (legge 388/2000) sono organismi di diritto privato, che vengono istituiti in base a specifici Accordi Interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentativi sul piano nazionale.

A COSA SERVONO

L’iscrizione ad un Fondo Interprofessionale consente alle aziende di richiedere contributi per finanziare la formazione dei propri dipendenti. Le aziende, secondo quanto previsto dalla Legge n.388 del 2000,  possono scegliere di destinare il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria” del 0.30% ad un Fondo Paritetico Interprofessionale attraverso un apposito modello Uniemens che mensilmente viene inviato all’INPS.

Sempre più aziende decidono di destinare questa cifra ai Fondi per poter ricevere Formazione Finanziata, soprattutto perché l’adesione a un fondo non comporta alcun costo ulteriore ed è possibile cambiare Fondo o rinunciare all’adesione in qualsiasi momento.

QUALI SONO I VANTAGGI

Decidere di aderire ad un Fondo Interprofessionale comporta diversi vantaggi, tra cui:

  •  Aderire è gratuito, facile e veloce;
  •  È possibile progettare percorsi di formazione personalizzati e coerenti con le proprie necessità e disponibilità di tempo;
  •  Ridurre i costi aziendali sostenuti per la formazione;
  •  È possibile formare tutto il personale senza nessuna limitazione dettata dal tipo di livello o inquadramento;
  •  È possibile formare anche una sola o poche persone su argomenti specifici;
  •  È possibile utilizzare tutte le modalità formative: aula, affiancamento, esercitazioni pratiche, E-Learning e molte altre;
  •  Accrescere la competitività dell’azienda.

QUALI SONO

Ad oggi i fondi professionali sono circa una ventina, tra cui:

  • Fondimpresa: “è il Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. Finanzia la formazione dei lavoratori nelle imprese aderenti. Promuove la cultura della formazione come strumento essenziale per l’innovazione, lo sviluppo, la tutela dell’occupazione, la valorizzazione del capitale umano.  E’ aperto ad aziende di ogni settore e dimensione.  Per numero di imprese aderenti e attività realizzate, è di gran lunga il primo dei Fondi interprofessionali in Italia.”
  • For.Te.: “è il Fondo paritetico per la formazione continua dei dipendenti dei datori di lavoro aderenti al Fondo, che operano nel settore terziario: a) commercio–turismo–servizi, b) logistica–spedizioni–trasporto. Al Fondo possono altresì aderire i datori di lavoro di altri settori economici. Il Fondo promuove e finanzia Piani e Progetti formativi aziendali, pluriaziendali, territoriali, settoriali, individuali, concordati tra le Parti sociali.”
  • Fon.Ter.:  “Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua nel Terziario costituito da CONFESERCENTI, CGIL, CISL, e UIL si caratterizza per una presenza numerosa di micro e piccole imprese sia dei settori del commercio, del turismo e del terziario, sia dei settori manifatturieri e di servizi alle imprese e alle persone, una tipologia in cui, più che in altre, la risorsa umana rappresenta il capitale più importante e su cui investire in termini di prospettiva.”
  • Fon.Coop: “ è il Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative. Le Parti Sociali hanno deciso di costituire un Fondo specifico per le imprese cooperative in ragione: - dell’importanza della cooperazione nell’economia italiana presente in tutti i settori produttivi e in particolar modo in quelli ad alto valore sociale e al servizio di tutti i cittadini; - della specificità di questa forma d’impresa che coniuga: crescita imprenditoriale, gestione democratica, equità distributiva, sviluppo delle persone che in essa lavorano.”
  • Fondir e Fondirigenti: sono due Fondi per la formazione continua dei dirigenti.

Solco S.r.l. mette a disposizione la propria esperienza e competenza in materia di Fondi Interprofessionali, accompagnando le imprese interessate in tutte le fasi del processo di formazione, dalla scelta del fondo alla rendicontazione e certificazione.

 Inoltre, supporta le aziende interessate ad aderire al Fondo Interprofessionale che più risponde alle proprie esigenze.

 Per maggiori informazioni:

SOLCO ROMA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel: 06 7070 2121

SOLCO SICILIA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

091 7308929

 

Published in News

Presentazione dei risultati e delle nuove opportunità di finanziamento

Concluso il percorso formativo, è tempo di tirare le somme. Per questo motivo, mercoledì 4 ottobre 2017, presso il Centro Convegni “Carte Geografiche” di via Napoli 3 (RM), a partire dalle 09:30, si terrà l’evento conclusivo del Piano Formativo Territoriale “Pro.S.TER. – Progetto Settore TERziario”.

Con l’occasione, alla presenza della Vice-presidente di EBIT Roma Silvana Morini e della Direttrice del Fondo For.Te Dott.sa Eleonora Pisicchio, saranno presentati i risultati raggiunti e le nuove opportunità di finanziamento a disposizione delle aziende.

Per partecipare, è possibile registrarsi all’evento compilando l’apposito form.

Per maggiori informazioni:

SOLCO ROMA

Telefono: +39 06 7070 2121

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in In evidenza
Giovedì, 31 August 2017 13:45

Avviso 4/2017 Fondimpresa – Competitività

Stanziati 72 milioni di euro per il finanziamento di piani condivisi per la formazione in materia di competitività

Fondimpresa, grazie ad un ingente stanziamento di fondi, finanzia una serie di piani formativi per la formazione dei lavoratori su temi che promuovano e rafforzino la competitività delle aziende. Le aree tematiche oggetto della formazione finanziata sono:

  • Qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti grazie ad interventi di sviluppo delle competenze dei lavoratori centrati sulla tematica delle tecniche di produzione;
  • Innovazione dell’organizzazione attraverso l’applicazione di nuovi metodi nelle pratiche commerciali, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne;
  • Digitalizzazione dei processi aziendali grazie all’introduzione di nuovi processi in azienda o miglioramento di quelli già esistenti;
  • Commercio elettronico e, in particolare, sviluppo di attività e- commerce;
  • Contratti di rete;
  • Internazionalizzazione.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Possono presentare la domanda di finanziamento per partecipare ai piani formativi tutte quelle imprese che risultino aderenti a Fondimpresa alla data di presentazione della domanda di finanziamento e che siano già registrate sul portale www.fondimpresa.it

DOMANDE DI FINANZIAMENTO

Nell’ambito di questo nuovo Avviso, Solco Srl presenterà due tipologie di piano formativo:

  • Piano Territoriale, che coinvolgerà le imprese dislocate nel Lazio e in Sicilia. Le imprese che intendano aderire ad uno dei due piani territoriali potranno presentare la domanda di adesione entro e non oltre il 30 ottobre 2017 - per la prima scadenza dell’Avviso prevista il 29 novembre 2017  - entro il 15 aprile 2018 – per la seconda scadenza dell’Avviso prevista il 14 maggio 2018;
  • Settoriale (Settore socio-sanitario), che coinvolgerà le imprese che operano nella sanità privata o nell’indotto socio-sanitario. Poiché Solco srl è un Provider nazionale accreditato AGENAS per il rilascio dei crediti ECM, sarà possibile accreditare le azioni formative finanziate nell’ambito del piano e rilasciare i crediti ECM in esito ai percorso formativi. Le imprese del settore socio-sanitario che intendano aderire ad uno dei due piani territoriali potranno presentare la domanda di adesione entro e non oltre il 15 ottobre 2017 - per la prima scadenza dell’Avviso prevista il 14 novembre 2017  - entro il 15 marzo 2018 – per la seconda scadenza dell’Avviso prevista il 9 aprile 2018.

DURATA DEI PIANI FORMATIVI

I piani devono essere portati a conclusione entro 13 mesi dalla data della comunicazione di ammissione al finanziamento previsto dal Piano.

Scarica il catalogo formativo che Solco Srl ha predisposto per le aziende aderenti a Fondimpresa. Oltre alle tipologie di corso inserite nel catalogo, sarà possibile definire percorsi formativi  che rispondano a specifici fabbisogni di competenze aziendali, purché in linea con le aree tematiche previste dall’avviso stesso.

 

 

Per ulteriori informazioni oppure per partecipare al piano formativo territoriale o settoriale:

 

Luciana Franchini

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

067070 2121

3492604547

 

Solco Srl in Sicilia:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

091 7302837

 

 

Published in In evidenza
Giovedì, 31 August 2017 13:36

Avviso 5/2017 Fondimpresa – Innovazione

Formazione a sostegno dell’innovazione tecnologica di prodotto e/o di processo

Fondimpresa stanzia 10.000.000€ per finanziare quei piani formativi delle aziende aderenti al fondo stesso che hanno definito, o stanno già realizzando, un progetto e/o un intervento di innovazione tecnologica di prodotto o di processo.

Sono finanziabili, inoltre, anche i  piani che prevedano un miglioramento di interventi di innovazione già implementati e che richiedano la realizzazione e/o  un cambiamento significativo nelle tecniche, nelle attrezzature o nei software.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Possono presentare la domanda di finanziamento per partecipare ai piani formativi tutte quelle imprese che risultino aderenti a Fondimpresa alla data di presentazione della domanda di finanziamento e che siano già registrate sul portale www.fondimpresa.it.

 I destinatari dei Piani formativi sono i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti), per i quali viene versato all’INPS il contributo integrativo dello 0,30% destinato a Fondimpresa.

DOMANDE DI FINANZIAMENTO

Le aziende che vogliono partecipare all’Avviso devono presentare la domanda di ammissione al finanziamento a partire dal 13 novembre 2017.

 A tal proposito, Solco Srl offre la propria consulenza ed expertise per affiancare le aziende interessate alla presentazione della domanda di finanziamento ed alla redazione del piano formativo, in linea con i criteri di ammissibilità previsti dall’Avviso.

DURATA DEI PIANI FORMATIVI

I piani devono essere portati a conclusione entro 13 mesi dalla data della comunicazione di ammissione al finanziamento previsto dal Piano.

 

Per ulteriori informazioni:

 

 Luciana Franchini

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

067070 2121

3492604547

 

Solco Srl in Sicilia:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

091 7302837

 

 

Formazione a sostegno dell’innovazione tecnologica di prodotto e/o di processo

 

Fondimpresa stanzia 10.000.000€ per finanziare quei piani formativi delle aziende aderenti al fondo stesso che hanno definito, o stanno già realizzando, un progetto e/o un intervento di innovazione tecnologica di prodotto o di processo.

 

Sono finanziabili, inoltre, anche i  piani che prevedano un miglioramento di interventi di innovazione già implementati e che richiedano la realizzazione e/o  un cambiamento significativo nelle tecniche, nelle attrezzature o nei software.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

 

Possono presentare la domanda di finanziamento per partecipare ai piani formativi tutte quelle imprese che risultino aderenti a Fondimpresa alla data di presentazione della domanda di finanziamento e che siano già registrate sul portale www.fondimpresa.it.

 

I destinatari dei Piani formativi sono i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti), per i quali viene versato all’INPS il contributo integrativo dello 0,30% destinato a Fondimpresa.

 

DOMANDE DI FINANZIAMENTO

 

Le aziende che vogliono partecipare all’Avviso devono presentare la domanda di ammissione al finanziamento a partire dal 13 novembre 2017.

 

A tal proposito, Solco Srl offre la propria consulenza ed expertise per affiancare le aziende interessate alla presentazione della domanda di finanziamento ed alla redazione del piano formativo, in linea con i criteri di ammissibilità previsti dall’Avviso.

 

 

DURATA DEI PIANI FORMATIVI

 

I piani devono essere portati a conclusione entro 13 mesi dalla data della comunicazione di ammissione al finanziamento previsto dal Piano.

 

Per ulteriori informazioni:

 

Luciana Franchini

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

067070 2121

3492604547

 

Solco Srl in Sicilia:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  ';document.getElementById('cloaka128fefc4cb32a30ca37b35c96b1bbf6').innerHTML += ''+addy_texta128fefc4cb32a30ca37b35c96b1bbf6+'<\/a>';

091 7302837

Giovedì, 11 February 2016 09:28

Transizione alle nuove norme ISO 9001:2015

Riepilogo del seminario gratuito sulle novità delle norme ISO 9001

 

Il 9 febbraio 2016, abbiamo avuto l’occasione di illustrare la transizione alle nuove norme ISO 9001:2015. Il consulente di Bureau Veritas insieme al presidente di Solco Srl, Salvo Messina, hanno esposto le novità della nuova norma e come superare i requisiti per l’accreditamento alla certificazione della qualità.

È possibile scaricare la documentazione presentata nel seminario.

Solco Srl è a disposizione per qualsiasi chiarimento riguardo la transizione alle nuove norme ISO 9001:2015 e al suo raggiungimento.

Per ulteriori informazioni contattare

TLF. 06 7070 2121

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in News
Lunedì, 26 October 2015 16:21

Certificazione Simply halal

Come ottenere la certificazione simply halal

 

Halal, che in lingua araba significa “lecito”, è una filosofia di vita che aiuta il consumatore musulmano a vivere rispettando le regole della sua religione quando consuma alimenti, acquista cosmetici, vestiti… oppure viaggia.

Il consumatore islamico considera un valore aggiunto la certificazione halal che gli consente di consumare prodotti e fruire di servizi, altrimenti non leciti.

In una società tecnologica è difficile capire quali prodotti siano leciti o illeciti. Per questo Bureau Veritas collabora con l’Associazione Culturale Islamica Zayd Ibn Thabit per svolgere le verifiche di conformità nei settori dove maggiormente si può applicare la certificazione, fra cui: turistico alberghiero e della ristorazione, trasporti, chimico, della cultura e dello sport, del settore agroalimentare, tessile e del commercio, tutti settori per cui è importante dimostrare che i loro prodotti o servizi, sono realizzati seguendo i principi della tradizione islamica.

Le organizzazioni interessate ad ottenere la certificazione Simply Halal dovranno identificare i processi necessari per il rispetto dei requisiti halal, stabilire la sequenza e le interazioni tra questi processi e stabilire i criteri ed i metodi necessari per assicurare l’efficace funzionamento e l’efficace controllo dei processi stessi.

Quali sono i principali benefici derivanti dalla Certificazione Halal?

Per i consumatori di cultura islamica, si tratta di una garanzia circa il rispetto dei requisiti Halal di prodotti e servizi. Per le aziende produttrici, i vantaggi della Certificazione Halal riguardano l'ampliamento del proprio mercato di riferimento verso i cittadini di cultura musulmana e il miglioramento della catena di fornitura.

Solco Srl propone la sua consulenza alle aziende che vogliano essere certificate Simply halal, ottenendo così uno dei requisiti principali per esportare i propri prodotti nei paesi islamici.

Per raggiungere la certificazione si seguono delle attività con Bureau Veritas (per la verifica della parte tecnica) e con l’Associzione culturale islamica Zayd Ibn Thabit (per la verifica della parte culturale). Solco srl garantisce la sua consulenza specialistica in tutte le fasi di accompagnamento alla certificazione finale.

La certificazione può essere applicata alla struttura e/o al sito produttivo.

Per uteriori informazioni contattaci:

LUCIANA FRANCHINI - T.: 06/70702121
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in News

Questo sito utilizza i cookie tecnici per il proprio corretto funzionamento e cookie di terze parti per l'implementazione di alcune funzionalità esterne (ad es. Google Analytics). Navigando le pagine del sito o cliccando su 'OK' acconsenti all'impiego dei cookie.

Informativa completa